Mobile marketing: cosa fare se sei un’azienda

24 gennaio 2014 genesis Digital

mobile_starts311[1]

Le ultime statistiche sul mobile marketing parlano chiaro: l’era del PC è alla fine (come strumento mainstream, anche se continuerà ad essere un device imprescindibile) e tablet e smartphone sono molto più che il presente.

mobile21[1] mobile_starts31[1]

Ma cosa può fare un’azienda per dialogare con gli utenti attraverso strumenti pervasivi in cui gli utenti esprimono nuove (ed integrate) esigenze rispetto alla tradizionale navigazione da scrivania? Ecco una check list di cosa può fare la tua azienda, ma attenzione non è una ricetta, quella per forza di cose deve essere personalizzata (target, contesto, budget) e può solo nascere da un percorso creato ad hoc:

ASCOLTO: come si comportano oggi i tuoi utenti mobile? Navigazione sul sito, richieste, interazione in punto vendita… riesci già a cogliere dei segnali deboli? E i competitor come si muovono?

PRESENZA:  come si presenta la tua azienda lato mobile? Non solo sito ma anche presenza su social network, i più fruiti da mobile dopo i giochi. Assicurati di essere accessibile, sempre e dai dispositivi utilizzati dal tuo target;

 

APPLICAZIONE SI o NO? I vantaggi di un’applicazione (maggiore interattività, disponibilità off line, utilizzo pieno delle funzionalità dello smartphone) possono essere anche i tuoi? Se si allora pensa ad implementarne una, perché gli utenti la portino con te;

LOCAL: le ricerche su smartphone/tablet si concentrano su aspetti spesso locali/territoriali: come puoi rispondere a queste richieste sul territorio?

ENGAGEMENT: la portabilità dei device mobili li rende uno strumento ideale di coinvolgimento in grado di collegare reale e virtuale, punto vendita ed ecosistema digitale aziendale. Pensa a costruire un ponte coinvolgente fra questi due mondi sempre più integrati;

FIDELIZZAZIONE: che sia il vecchio SMS, una nuova notifica push, la classica mail (sempre più letta in mobilità), pensa sempre a restare in contatto con la tua community di riferimento che stai costruendo;

PIANIFICAZIONE: non fare tutto subito, verifica step by step la sensibilità mobile del tuo target di riferimento e confrontati con lui per creare un’esperienza mobile che sia di valore, empatica ed unica.

ADVERTISING: valuta le opportunità dell’adv su dispositivo mobile e le sue caratteristiche (click to call, georeferenziazione, multimedialità).

Hai dubbi o vuoi valutare le opportunità per la tua azienda? Scrivici nei commenti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Shares
    Leggi articolo precedente:
    crescita-330x1852[1]
    I consumatori digitali in Italia valgono 17 miliardi

    I risultati di una ricerca Smau-School of management: e-commerce, app, advertising e servizi online aumentano del 10% il giro d’affari...

    Chiudi