Mobile Advertising: mercato da 18 Miliardi nel 2014

29 gennaio 2014 genesis Digital

286052[1]

Un salto in avanti sostanziale, che porterà il giro d’affari a livello mondiale dai 13,1 miliardi di dollari consolidati nel 2013 ai 18 miliardi previsti per l’anno appena iniziato. Quello del mobile advertising è un settore, a detta di Gartner, che continuerà a crescere anche nei prossimi anni, per arrivare nel 2017 a sfiorare il tetto dei 42 miliardi di dollari.

286052

I formati: al display adv la fetta più grande

La componente video, e non è certo una novità, è la voce che presenta maggiore dinamicità (aiutata dalla popolarità dei tablet) ma è sempre e comunque il formato display quello che cattura e catturerà ancora per un po’ la fetta più grande degli investimenti pubblicitari.

In termini di tendenza, secondo gli analisti, l’incremento dell’advertising mobile registrerà un rallentamento nel corso dei prossimi mesi (dovuto principalmente alla maggiore velocità di sviluppo di siti ed applicazioni mobili rispetto alla domanda di spazi pubblicitari su smartphone e tavolette da parte dei principali brand) ma tornerà a correre a partire dal 2015, in relazione alle generalizzate migliori condizioni del mercato e alla disponibilità di nuove tecnologie per il targeting dei consumatori.

Buone, infine, le previsioni inerenti il search e map advertising, che beneficerà dell’incremento d’uso dei servizi di localizzazione e di app come Foursquare e Pinterest da parte degli utenti.

Crescita globale

A livello geografico, secondo Gartner, la curva di crescita sarà generalizzata, con il Nord America a fare da vera e propria locomotiva di questo mercato. Buone le indicazioni anche per l’Europa Occidentale, in cui il canale pubblicitario mobile diventerà sempre più integrato nelle campagne di advertising, erodendo budget di spesa storicamente destinati alla carta stampata e alla radio.

La regione Asia/Pacific (Giappone compreso), si conferma un mercato maturo e crescerà nel periodo 2012-2017 a una velocità media del 30% l’anno, anche grazie al forte contributo assicurato dalle economie di Cina ed India. Russia, Brasile e Messico, infine, sono i Paesi emergenti che esibiranno dal 2015 in Avanti incrementi di spesa in pubblicità su mobile superiori alla media mondiale.

Fonte:  Isole24Ore

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Shares
    Leggi articolo precedente:
    mobile_starts311[1]
    Mobile marketing: cosa fare se sei un’azienda

    Le ultime statistiche sul mobile marketing parlano chiaro: l’era del PC è alla fine (come strumento mainstream, anche se continuerà ad essere...

    Chiudi